Prati di Tivo, c'è il bando per la Cabinovia

La Gran Sasso Teramano pubblica l'avviso per l'affidamento degli impianti. L'importo è di 250mila euro l'anno
21 ottobre 2014

PIETRACAMELA – Pubblicato il bando di gara per la gestione degli impianti di risalita dei Prati di Tivo. Il bando di gara – annunciato per la scorsa settimana dall’amministratore unico della Gran Sasso Teramano Marco Bacchion – è stato pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale e sull’albo pretorio del Comune di Pietracamela, oltre che sul sito della società pubblica. Nessuna sorpresa rispetto a quanto già dichiarato Bacchion: la gara prevede l’affidamento per cinque anni della cabinovia per un importo di 250mila euro l’anno più Iva. Chiesto anche un deposito cauzionale di 25mila euro. Il termine per la presentazione delle domande è il 24 novembre alle 12. Il criterio per l’aggiudicazione, come si legge nel bando pubblicato anche sul sito della società pubblica insieme al capitolato, è l’offerta più vantaggiosa, valutando sia l’offerta tecnico-qualitativa che quella economica. Sulla gara, molte perplessità sono state espresse dagli operatori turistici della stazione sciistica teramana. Il rischio, secondo gli operatori, è che la gara vada deserta viste le richieste economiche determinando di fatto la chiusura degli impianti per la stagione invernale ormai alle porte. Gli operatori, nei giorni scorsi, avevano avanzato due proposte alternative: la gestione diretta da parte della società pubblica o la compartecipazione con gli stessi operatori turistici.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter