Rifiuti, cresce la raccolta di materiale elettrico: 3.8 mln kg nel 2013

L'Abruzzo prima regione del centro-Italia per variazione positiva
18 marzo 2014

TERAMO - In Abruzzo, nel 2013, sono stati raccolti 3.829.310 chilogrammi di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, l'1,44% in più del 2012, in controtendenza rispetto al dato nazionale (-5%). Emerge dal 'Rapporto Annuale 2013 sul Sistema di Ritiro e Trattamento dei Raee in Italia', realizzato dal Centro di Coordinamento Raee e presentato oggi a Milano. Nonostante la media pro capite, pari a 2,93 chili per abitnte, risulti al di sotto del dato nazionale, l'aumento della raccolta fa conquistare all'Abruzzo il primo posto tra le regioni del centro Italia per variazione positiva rispetto al 2012. Aumentano anche i Centri di conferimento presenti sul territorio, in media 2,91 ogni 100mila abitanti: ci sono 36 centri di raccolta e 2 'Altri Centri' attivati per semplificare la gestione dei Raee. A livello territoriale, la provincia di Teramo, con 1.131.442 chili, risulta la prima per quantitativi di raccolta, seguita dal Chietino (983.263 kg). L'Aquila, con 12 strutture, è invece la provincia con il maggior numero di Centri di raccolta. Tra i raggruppamenti raccolti, al primo posto si posizionano tv e monitor, seguiti da apparecchiature refrigeranti e grandi elettrodomestici. A chiudere la classifica sono i piccoli elettrodomestici e le sorgenti luminose.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter