Roseto, aggiudicato il servizio di bike-sharing: sarà gestito dall'Associazione 'Work & Project'. Ecco come funzionerà

La proposta vincitrice amplia il periodo di utilizzo e i punti di distribuzione che saranno tre. Ipotesi 'lancio' a Pasqua. Ci sarà anche l'assistenza
16 marzo 2019

ROSETO - Il servizio di bike-sharing a Roseto sarà gestito dall'associazione 'Work & Project' di Roseto. La proposta presentata dall'associazione presieduta da Andrea Di Stanislao è la migliore, perché amplia il periodo temporale del servizio e le zone di distribuzione delle bici, che saranno tre, uno in piazza della Repubblica, un altro in piazza Marco Polo e un terzo all'interno della pineta Celommi, dove ci sarà anche un punto di manutenzione. L'associazione provvederà anche alla pulizia della pineta durante il periodo di gestione del servizio. Sarà possibile prendere in affitto una bici ben oltre il periodo indicato dall'avviso pubblico, sia in anticipo rispetto alla data richiesta per l'avvio (dal 27 maggio invece che da 15 giugno) che sulla conclusione del servizio (il 15 settembre invece che il 31 agosto). Ma il bike-sharing a Roseto potrebbe esordire addirittura in anticipo, perchè 'Work & Project' si rende disponibile a offire il servizio anche nel periodo pasquale, con prezzo promozionale a 1,50 al giorno, dalle 9 alle 12:45 e dalle 14 alle 18. Ad esso sarà associato un servizio wi-fi libero, previa registrazione con rilascio di codice di accesso, nelle aree di piazza della Repubblica e Marco Polo (dalle 10 alle 12 e dalle 16:30 alle 23:30). 
Come funzionerà il servizio di bike-sharing? L’associazione oltre alle bici garantite dal Comune metterà a disposizione 20 bici per bambini, 15 bici con ruote da 28, oltre a 50 cestini di cortesia e 20 seggiolini per bambini anteriori e posteriori. Inoltre, oltre a garantire la disponibilità di un meccanico ciclista, metterà a disposizione un servizio di soccorso con bici di cortesia in caso di foratura o guasto delle bici. A piazza della Repubblica sarà disponibile anche un servizio di accoglienza turistica con personale in lingua inglese.

L’assessore alle manutenzioni e all'ambiente, Nicola Petrini, si è detto molto soddisfatto dell’aggiudicazione del servizio: “La spinta che abbiamo voluto dare al bike sharing, migliorando il servizio dal punto di visto della qualità e dell’estensione, dimostra la sensibilità che l'amministrazione ha verso una Roseto che sia in futuro più ecosostenibile. Del resto – conclude l’assessore - sempre in questa direzione va il progetto, seguito da vicino dal consigliere Massimo Felicioni, varato dal Ministero dell’Ambiente “Casa- scuola” e “Casa –lavoro”. Grazie all’adesione del Comune a questo bando, di cui ringrazio il consigliere Felicioni e il gruppo “Roseto protagonista”, metteremo a disposizione nel più breve periodo anche una nuova stazione delle bici a ridosso dello snodo ferroviario”.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter