Scoperta la targa in bronzo con il bollettino della vittoria del generale Diaz FOTO

Realizzata nel '38, ne esiste una sola copia alla Camera: l'ha donata alla città l'architetto Franco Esposito. E' nell'androne della sede Unuci
30 ottobre 2018

TERAMO - Una targa in bronzo realizzata nel 1938 (della quale esiste un’altra sola copia alla Camera dei deputati), che reca il testo del ‘bollettino della vittoria’, diramato dal generale Armando Diaz, il 4 novembre del 1918 a celebrare la vittoria italiana della Prima guerra mondiale, campeggia da ieri mattina nell’androne del condominio ex Banco di Napoli, al numero 73 di via Delfico. Il palazzo ospita la sede dell’Unuci, il circolo degli ufficiali, oltre che l'Azienda per il diritto allo studio universitario, la Teramo Ambiente, il Fai, l’Istituto di cultura urbana e la Consorform. Ed è proprio grazie all’Unuci e in particolare al suo socio architetto Franco Esposito, già Ufficiale del Genio Aeronautico, che la targa ieri mattina è stata scoperta alla presenza delle più alte autorità ed ex ufficiali. Esposito l’ha infatti donata alla città di Teramo, per celebrare il centenario della vittoria, «con l’auspicio - ha detto nel corso della breve ma intensa cerimonia - che i tanti giovani che frequentano questo androne, abbiano un attimo di riflessione leggendola, per ricordare una delle più grandi tragedie» dello scorso secolo, che coinvolse tutti gli italiani, mietendo migliaia di vittime. E’ stato il prefetto Graziella Patrizi a scoprire la targa, dopo l’introduzione svolta dall’assessore comunale alla cultura Luigi Ponziani, la lettura del bollettino da parte della docente di storia e filosofia Clara Taraschi e il saluto del presidente Unuci di Teramo, Gianfranco Di Genova.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter