Scrutatori 'di professione', Verna chiede sorteggio e nomina tra disoccupati e studenti senza reddito

In vista delle nuove elezioni si chiede di evitare la nomina di chi è stato già chiamato nelle precedenti e che abbia un lavoro
13 settembre 2018

TERAMO - Parte dal consigliere di maggioranza Maurizio Verna, alla vigilia di un'altra consultazione elettorale, la proposta di sorteggiare gli scrutatori da un elenco esclusivamente composto da persone che non abbiano già una occupazione. "In ogni campagna elettorale, oltre alle infinite problematiche dai tanti cittadini che ho incontrato -  dice Verna - , ho ascoltato anche molte lamentele circa la scelta di scrutatori già occupati e quindi non bisognosi del rimborso economico percepito dagli stessi. Attualmente gli scrutatori vengono estratti a sorte da un elenco al quale possono iscriversi tutti. Ritengo invece che sia giusto fare un elenco di persone che non percepiscono un reddito e per questo motivo ho presentato un ordine del giorno, da approvare al prossimo consiglio comunale utile, che impegni l’amministrazione comunale ad attivarsi in tal senso". Verna propone che entro 5 giorni dal decreto di convocazione dei prossimi comizi elettorali, il Comune si impegni a pubblicare un apposito avviso con il quale si chiede a coloro che sono inseriti nell'albo comunale degli scrutatori elettorali, di presentare entro il termine fissato dalla legge per le nomine degli scrutatori, un'autocertificazione che attesti il proprio stato di disoccupazione o di essere studente che non percepisce reddito: sarà tra questi che il Comune dovrà sorteggiare i nuovi scrutatori, impegnandosi a non nominare chi è stato già estratto nella precedente elezione.



Maurizio Verna

Consigliere Comunale

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter