Scuola, la riapertura è tranquilla per mensa e scuolabus. A settembre riaprirà anche il micronido

Per la prima volta gare espletate, mancano soltanto le decisioni sull'edilizia e la sicurezza
20 agosto 2019

TERAMO - In attesa che sul fronte delle decisioni urbanistiche, e di riflesso anche su quelle antisismiche, l'amministrazione decida il da farsi sull'edilizia scolastica, l'anno scolastico che sta per ricominciare si presenta a Teramo come il primo, da anni, senza intoppi o ritardi nell'erogazione dei servizi. Saranno infatti in dirittura d'arrivo anche i lavori, concordati tra il quinto settore e quello della pubblica istruzione, per adeguare 5 plessi scolastici cittadini che hanno chiesto ed ottenuto il tempo pieno e dunque avevano la necessità di dotarsi di locali per la referezione. Non solo: la novità è che il micronido riaprirà, anche se la gara per l'affidamento della gestione è andata deserta. Si sta infatti procedendo alla procedura negoziata, con la valutazione di 5 proposte, ed entro settembre il servizio sarà riattivato. Il che nasconde una utilità non indifferente: poter ampliare la soddisfazione delle richieste di iscrizione per i bimbi al nido e avviare il cosiddetto 'Piano famiglia', che tanto sta a cuore all'assessora e vicesindaca Cristina Marroni: per quei bambini che non riescono a trovare posto nei nidi comunali, e che siamo di famiglie in difficoltà economica, l'amministrazione prevede l'erogazione di un sussidio che permetta loro l'iscrizione e la frequenza dei nidi privati. Il settembre di riavvio scolastico a Teramo (il 2 settembre i nidi, il 16 settembre gli altri ordini e gradi) registrerà ad esempio anche un cambio generazionale, in particolare al nido 'Giuseppe Lettieri' di via Diaz: tre nuove giovani educatrici prenderanno il posto di altrettante colleghe che sono andate in pensione in questo mese di agosto. "Non è mai successo nella storia della scuola teramana - ricorda proprio l'assessora Marroni - che si riparta con i servizi già assegnati, vedi la gara per la refezione scolastica e quella per il trasporto pubblico. Io credo che per questo, e lo sarà ancor più con l'affidamento del Micronido, sarà una ripartenza serena, che costituirà anche la base per un ragionamento più approfondito, ma io ritengo adesso prioritario per l'intera nostra maggioranza, sulle scelte urbanistiche che riguardano le scuole, anche potendo contare sui finanziamenti".

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter