Serie C, regna l'equilibrio. Cade il Bari, manita della Reggina, la Ternana è costante

Seconda giornata nel girone C con il riposo forzato per Teramo e Sicula Leonzio. Viterbese trascinata dall'ex laziale Tounkara
02 settembre 2019

TERAMO - Girone C di Serie C in cerca di assestamenti, come è ovvio che sia ad ogni inizio di campionato. Un dato è certo: il blasone non paga, da solo. Ne sa qualcosa il Bari di Cornacchini, cui va la palma di delusione della giornata. Il ko interno al San Nicola è di quelli pesanti. Arriva dalla Viterbese che si impone 3-1, trascinato dall'ex laziale Tounkara (doppietta per lui), e capace di insistere con il suo gioco anche dopo il pareggio su rigore di Antenucci. Dilaga la Reggina sulla Cavese, un 5-1 che manda in rete quattro giocatori diversi (il quinto gol è su autorete). Il prossimo avversario del Teramo, l'Avellino, va a riprendersi fuori casa, a Vibo Valentia, quello che aveva perso all'esordio in casa con il Bari: la vittoria corsara sulla Vibonese (0-1) è firmata da Rossetti. Ancora a secco il Rieti che cade sul campo della matricola Picerno (2-1). La Ternana centra la seconda vittoria consecutiva, anche se il gol con cui batte il Potenza arriva a un quarto d'ora dalle fine con Russo. Il Catanzaro di Auteri impatta a Bisceglie, con Fishnaller che recupera dopo l'autogol di De Risio (finora nelle prime due partite, i catanzaresi hanno segnato anche... per gli avversari). La Casertana raccoglie i tre punti contro il Rende, mentre il Catania viaggia a punteggio pieno con il successo sulla Virtus Francavilla: padroni di casa avanti con Perez, Lodi e Sarno ribaltano il risultato (1-2). Nell'anticipo di sabato la Paganese aveva sconfitto il Monopoli per 2-0.

La classifica: Catania, Viterbese e Ternana 6; Reggina, Catanzaro, Picerno e Bisceglie 4; Paganese, Potenza, Bari, Avellino, Casertana e Monopoli 3; Virtus Francavilla e Cavese 1; Teramo, Vibonese, Sicula Leonzio, Rieti e Rende 0.

Voto medio (1 voti; 5.00)
Vota:
counter