Sgarbi porta un pezzetto di "Cielo d'Italia" all'Expo

Parte da Teramo l'iniziativa che ha raccolto 31 città della ceramica per rappresentare l'arte Italiana
22 settembre 2015

TERAMO - Un pezzetto del “Cielo d’Italia”, il progetto ideato e curato del “Comitato organizzazione mostre” di Teramo vola all’Expo. L’inaugurazione dell’esposizione, resa possibile da Vittorio Sgarbi in visita a Teramo negli scorsi giorni per il “Festival della Follia”, è prevista per venerdì 25 settembre. Il progetto, presentato nella conferenza stampa che si è tenuta questa mattina al “Parco della Scienza”, dal sindaco Maurizio Brucchi, da Alessandro Maria Caccia e da Siriano Cordoni, rispettivamente presidente e vicepresidente del “Comitato organizzazione mostre”, consiste in un puzzle di 384 mattonelle di ceramica provenienti da tutta Italia. Sono 31 le “città della ceramica” che hanno aderito all’iniziativa e circa 301 i ceramisti che hanno risposto positivamente all’invito del “Comitato organizzazione mostre” di Teramo, dipingendo su mattonelle vergini motivi ispirati al tema dell’expo 2015 “Nutrire il pianeta”. '"Il Cielo d’Italia" è un’opera straordinaria – ha commentato il vicepresidente del comitato organizzazione mostre Siriano Cordoni e continua – è la prima volta che un’opera del genere viene realizzata, e soprattutto è la prima volta che tanti ceramisti collaborano tutti insieme per uno stesso progetto. Sono molto soddisfatto, per un giorno Teramo sarà capitale della ceramica italiana.” Anche Alessandro Maria Caccia, presidente del Comitato, esprime la sua soddisfazione per l’imminente trasferta milanese, soprattutto perché per una serie di complicazioni sorte negli ultimi mesi, l’Expo sembrava ormai un miraggio. “Il Cielo d’Italia” nasce da un’idea del novembre 2012. Vederlo esposto all’Expo dopo tre anni di duro lavoro è una grande gratificazione.” Tra le opere scelte da Vittorio Sgarbi per rappresentare la cultura teramana all’Expo ci sono anche i alcune creazioni di Venanzo Crocetti, di Raffaele Pagliaccetti e tre opere di Gennaro Della Monica. Il “Cielo d’Italia” sarà aperto al pubblico sabato 10 ottobre. All’inaugurazione che si terrà nel Parco della Scienza, parteciperà anche il presidente della regione Abruzzo Luciano D’Alfonso.” Il “Cielo d’Italia” è un’opera incredibile – ha commentato il sindaco Brucchi e continua – mostrare nostra ceramica all’Expo è un onore e una grande opportunità, magari qualcuno vorrà venire a Teramo per vedere l’opera completa.”

Voto medio (1 voti; 5.00)
Vota:
counter