TeAm, il candidato Covelli: «Il Comune deve valutare di vendere le quote al privato»

Secondo il gruppo dei Popolari con Teramo sarebbe l'unica soluzione per abbassare la Tari e aumentare l'efficienza dei servizi
20 febbraio 2018

TERAMO - Nel programma elettorale del candidato sindaco Alberto Covelli potrebbe esserci la proposta di dismettere la Teramo Ambiente. La propsta arriva dopo una valutazione approfondita della gestione della municipalizzata dell'igiene e dell'energia, che il gruppo dei Popolari con Teramo ha affidato a dei professionisti: «Bisogna trovare una soluzione - ha detto Covelli - che deve portare a un duplice obiettivo: da un lato ridurre la Tari, dall'altro rendere maggiormente efficienti i servizi. Dall'analisi emerge che forse il ciclo della TeAm si sta apprestando alla conclusione. E' in fase calante, ma qual è il problema che porta a questo? Secondo noi perchè non può essere una società mista, dove carne e pesce sono al'interno dello stesso piatto, perchè esiste un perenne contrasto tra interessi del privato e del pubblico. Questo non potrà più essere e noi proporremo la trasformazione della TeAm con la la dismissione delle quote del socio pubblico - ha aggiunmto Covelli -. E' vero, questo potrebbe non essere capito dal cittadino, ma bisogna prendere una decisione: o tutta pubblica o tutta privata».

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter