Teramo perde Francesco Lombardi, 'il presidentissimo'. L'addio in Cattedrale

Ex grande commerciante ed oculato dirigente biancorosso: fu lui nel 1974 a riportare i biancorossi in serie C dopo 15 anni di tentativi
10 gennaio 2019

TERAMO - Se ne va un personaggio della Teramo d'altri tempi, un uomo dall'innato stile, un caro amico dei teramani: Francesco Lombardi non è stato soltanto un 'presidentissimo' del Teramo calcio prima che commerciante di razza. Era amato e apprezato per il suo stare tra la gente e la sua ferramenta in pieno centro storico, tra piazza Martiri Pennesi e via Oberdan, è un ricordo indelebile per almeno tre generazioni di teramani e non solo. Se ne è andato questa mattina all'età di 90 anni, gli ultimi trascorsi tra alti e bassi ma sempre seguito con affetto e attenzione dalla figlia Patrizia, apprezzata collega del quotidiano 'La Città'. Nello sport al nome di Francesco Lombardi è legata, dl '70 al '74, una fase splendida della storia della Teramo calcio, che riuscì dopo due secondi posti, a vincere il campionato di serie D nel 1974 e riportando il Teramo in Serie C dopo 15 anni di purgatorio in quarta serie. Erano gli anni di Diodati, De Berardinis, ma soprattutto di Giancarlo Pulitelli che quell'ano realizzò 13 reti in 27 partite, con Feliciano Orazi in panchina. La camera ardente è stata allestita all'obitorio dell'ospedale Mazzini di Teramo, i funerali saranno celebrati domattina, venerdì 11 gennaio, alle 11 in Cattedrale. A Patrizia un forte abbraccio dalla redazione di emmelle.it

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter