Un importante riconoscimento giunge all'Izs dalla Namibia

Il paese sudafricano riconoscente per il contributo dato allo sviluppo delle procedure diagnostiche e alla formazione dei veterinari locali
21 settembre 2009
TERAMO - Un importante riconoscimento all’attività e al ruolo svolti dall’Istituto Zooprofilattico “G. Caporale” di Teramo in Namibia arriva dal Ministero dell’Agricoltura e dal Servizio Veterinario Centrale del Paese sudafricano. In una missiva inviata al Ministero della Salute e al direttore dell’IZS, Vincenzo Caporale,informa una nota, Frans Joubert, il capo dei servizi veterinari, a nome del Governo della Namibia, attribuisce a Massimo Scacchia, dirigente dell’Istituto “G. Caporale” e direttore del Laboratorio Centrale Veterinario di Windhoek negli ultimi due anni, un ”decisivo contributo allo sviluppo di nuove procedure diagnostiche, nella formazione dei veterinari locali e nell’incremento della presenza del laboratorio centrale veterinario della Namibia nei progetti e nelle attività di ricerca internazionale”.  Il dottor Scacchia, nel settembre 2007 è stato nominato responsabile scientifico della ricerca e della diagnostica del Laboratorio della capitale namibiana, nell’ambito dl un accordo di collaborazione attraverso il quale l’IZS sostiene da oltre un decennio il Laboratorio Nazionale del Paese africano, con progetti finanziati con fondi propri e in parte erogati dal Ministero della Salute.
Nel Laboratorio Centrale della città sudafricana sono presenti 40 dipendenti, tra veterinari, biologi e chimici, impegnati nelle diagnosi delle malattie infettive del bestiame, nel controllo dell’igiene dei prodotti di origine animale e nella produzione di vaccini. Terminata questa importante esperienza professionale Massimo Scacchia è tornato a svolgere la su attività professionale presso l’Izs come responsabile del Laboratorio di Sanità animale.
Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter