Undici milioni di pezzi sequestrati dalla Finanza: giocattoli, prodotti di pulizia e luminarie cinesi pericolosi FOTO

Le Fiamme Gialle dirette dal capitano Sara Venturoni hanno effettuato perquisizioni in sei depositi a Napoli, Caserta, Pavia e Roma. Sette denunciati
21 dicembre 2017

GIULIANOVA - Undici milioni di pezzi, 5 dei quali giocattoli per bambini, un milione di luminarie natalizie e altrettanti di articoli sanitari per la casa, con marchio di sicurezza CE contraffatto sono stati posti sotto sequestro dagli uomini della Guardia di Finanza della Compagnia di Giulianova, diretti dal capitano Sara Venturoni, in 6 magazzini e depositi di altrettante società, italiane e cinesi, che importavano e distribuivano in Italia questi materiali. I decreti di perquisizione, firmati dal sostituto procuratore Stefano Giovagnoni, sono stati eseguiti tre in provincia di Napoli, uno nelle province di Caserta e Pavia, uno nella città di Roma nel corso delle ultime 24 ore. Sette persone sono state denunciate a piede libero. I prodotti, tutti fabbricati in Cina, del valore di centinaia di migliaia di euro, immessi sul mercato avrebbero assicurato ingenti profitti al “mercato del falso”. Gli uomini delle Fiamme gialle giuliesi nel corso delle indagini, scattate nel mese di marzo con una operazione di polizia giudiziaria che aveva portato al sequestro di giocattoli e altri articoli sempre con marchio di sicurezza contraffatto in un negozio della Val Vibrata, gestito da cittadini cinesi, sono riusciti a ricostruire la filiera di distribuzione e commercializzazione dei prodotti incriminati, individuando gli importatori e i grossisti della merce sul territorio nazionale. I prodotti tolti dal mercato, che ad un primo esame sembravano in regola riportando il marchio CE sulle confezioni, al contrario all’interno della confezione presentavano evidenti difformità rispetto agli standard previsti dalla normativa vigente: questo stratagemma permetteva di aggirare norme e regolamenti a tutela della salute e della sicurezza pubblica e, quindi, tali da indurre in inganno i consumatori finale circa l’origine, la genuinità e la qualità degli stessi.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter