Verticelli (Pd): «La pioggia porta via 185mila euro delle nostre tasche» VIDEO

E' polemica sul guado di Carapollo, sommerso dall'acqua e già con le rampe erose dalle piene
25 febbraio 2015

TERAMO - Il pasticcio del guado sul fiume Tordino è sotto la lente d'ingrandimento della segreteria comunale del Partito democratico. Lucia Verticelli accusa il Comune di aver permesso di sprecare 185mila euro per realizzare un attraversamento che «rischia di sparire con l'abbondante pioggia che da ieri cade sul capoluogo». «La situazione potrebbe essere gestita come quella di una giornata di febbraio, se non fosse che il fiume Tordino, quello di Interamnia, ha trasportato detriti, liquami e 185 mila euro dei teramani - dice Verticelli -. La "bretellina", così la chiamava il consigliere Corona, non è più neanche un elastico e l'utilità che poteva avere è svanita con una pioggia di Febbraio. Il consigliere a settembre diceva che 'sarebbe stato un sollievo in termini di traffico e chilometri, ed avrebbe risultati positivi anche per le attività commerciali di Villa Pavone e Colleatterrato'». Secondo l'esponente della segreteria del Pd teramano, «siamo a febbraio e le attività di Villa Pavone e Colleatterrato possono rassegnarsi. Noi  del Pd di Teramo chiediamo a gran voce a questa amministrazione di rispondere ai cittadini sullo sperpero di soldi pubblici per un'opera, fra le tante, inutilizzabile ed inutile così come concepita». Proprio questa mattina sono state diverse le segnalazioni giunte da parte di cittadini sullo stato del guado, sommerso dall'acqua (e fin qui tutto normale proprio perchè si tratta di un guado) ma minacciato anche da tronchi e detriti che premono sulla strutturina. Inoltre, e ben più grave, l'erosione dell'acqua ha già seriamente minato le due rampe di accesso (nel video la situazione di questa mattina ripresa da un nostro lettore).

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter