Via Delfico adesso è un parcheggio

Per l'ennesima volta il bus bloccato per mezzora. E c'è anche chi piazza l'auto fin quasi dentro il... museo archeologico
18 marzo 2014

TERAMO - Via Delfico, parcheggi abusivo. Approfittando dei controlli-zero, gli automobilisti pigri ma soprattutto indisciplinati, prendono possesso di una strada dove, sulla carta, non ci si potrebbe arrivare con la macchina. Alle 10.30 di questa mattina a farne le spese della sosta selvaggia è stato il solito autobus del trasporto urbano, che ha accumulato almeno mezzora di ritardo sul percorso della linea 2 per l'ospedale civile, per una delle auto incolonnate sul lato sinistro della strada che impediva il passaggio. Molti passeggeri del bus hanno deciso di farsela a piedi e la sosta ha infastidito non poco il personale ma anche i cittadini che hanno avuto difficoltà nell'attraversare l'incrocio con via Carlo Forti. La situazione si è sbloccata verso le 11 all'arrivo del proprietario della macchina ma non del carrattrezzi. E la situazione della sosta è rimasta tale come testimoniano le nostre foto. Addirittura c'è chi riesce a parcheggiare - al riparo di una tessera autorizzativa per trasporti disabili - quasi ad chiudere l'ingresso del Museo archeologico Savini. A un controllo più accurato, molte delle auto in sosta illegale espongono cartelli autorizzativi di accesso alla Ztl, ma dal varco opposto alla zona, ovvero Via Oberdan.

Voto medio (1 voti; 5.00)
Vota:
counter