Via Villani, si cerca il parco giochi tra le erbacce

Altra 'chicca' della mancata pulizia della Team che però vuole dal Comune 54mila euro al mese
12 maggio 2015

TERAMO - Mentre è viva la querelle tra Comune e Teramo ambiente sulla mancata manutenzione del verde pubblico, ecco un'altra protesta di residenti che cade a fagiolo e dimostra come la municipalizzata abbia fatto poco nella cura di parchi gioco o verde pubblico nei primi quattro mesi dell'anno, nonostantei 54mila euro al mese che il Comune dovrebbe versargli. Le foto sono state scattate in via Ernesto Villani, zona Fonte Baiano, lungo l'anello clclopedonale che colega i due lungofiume. Si commentano da sole. Erba alta, panchine non curate, staccionate rotte, siringhe tra i rovi, sporcizia dappertutto, rifiuti che riempiono i cestini. I bambini non frequentano questa area giochi, intanto pechè sono rovinati e lasciati all'abbandono, ma perchè sono scoraggiati anche dal rischio di incrociare animali, come topi e bisce, soprattutto in questo periodo particolarmente afoso. Anche questa è un'area che non conosce manutenzione da tempo come alla Gammarana e in altri parchi gioco e plessi scolastici, 13, in tutta la città. Sono invadi da rifiuti ed erbacce, mentre la polemica su chi avrebbe dovuto tenerli puliti e decorosi divampa: l'assessore all'ambiente Rudy Di Stefano ha bloccato il pagamento delle quattro rate da 54mila euro mensili che la Team vorrebbe incassare anche per questo che vedete nelle fotografie.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter