Vittorio Sgarbi arriva a Campli per presentare "Gli anni delle meraviglie"

Il noto critico incontra i cittadini nella sala consiliare dopo una visita tra i tesori farnesi
02 gennaio 2015

TERAMO - Vittorio Sgarbi approda a Campli per presentare il suo ultimo libro “Gli anni delle meraviglie – da Piero della Francesca a Pontorno. Il tesoro d’Italia” e per visitare i tesori artistici del borgo Farnese, dal santuario della Scala Santa alla cattedrale di Santa Maria in Platea, dall’antichissima Chiesa di San Francesco fino al Museo Archeologico Nazionale, dove sono conservati i reperti della necropoli pretuzia di Campovalano, fino al futuro Museo di Arte Sacra ospitato presso i locali del Convento di Sant’Onofrio. L’evento si terrà domenica 4 gennaio, alle  17, nella sala consiliare di Palazzo Farnese, anch’esso un simbolo della cultura e della storia di Campli, tra i più antichi palazzi civici d’Abruzzo risalente al XIV secolo. Dopo il saluto di benvenuto da parte del sindaco Pietro Quaresimale, la parola passerà al professor Roberto Ricci, storico camplese e presidente dell’Associazione “Memoria e Progetto Onlus”. Poi l’attenzione del pubblico sarà tutta per Vittorio Sgarbi che presenterà il suo ultimo libro e illustrerà una sequenza delle principali opere che il volume analizza, con una particolare attenzione a quelle appartenenti al patrimonio marchigiano e abruzzese. “Per Campli – dichiara il sindaco Quaresimale – sarà una giornata speciale. Vittorio Sgarbi sarà graditissimo ospite del nostro territorio che, anche grazie a questo evento, vuole finalmente affermarsi all’attenzione del grande pubblico, con l’obiettivo di valorizzare come meritano, e come non è stato fatto in passato, i nostri innumerevoli tesori artistici, storici e culturali”.

Voto medio (1 voti; 5.00)
Vota:
counter