Cassa integrazione, in Abruzzo arrivano i soldi

43 milioni autorizzati da Padoan ma serve anche altro, secondo la CGIL
11 maggio 2015

TERAMO - “Cassa integrazione e mobilità in deroga, finalmente arrivano i soldi: all’Abruzzo oltre 43 milioni”, comunica la Cgil Abruzzo.  “Il ministro dell’economia Padoan ha finalmente firmato (in fortissimo ritardo) il decreto n. 89936, che autorizza i pagamenti della cassa integrazione in deroga e mobilità in deroga per tutto il 2014. A questo proposito è fondamentale ricordare che i lavoratori abruzzesi (e neppure tutti) hanno percepito l’indennità fino ad aprile 2014. Con un ritardo nei pagamenti che non è più accettabile né tollerabile per il futuro”. All’Abruzzo in particolare sono state assegnate, sempre secondo la nota del sindacato, “somme pari a 43.521.901 euro, a copertura di tutto il 2014. Il provvedimento è giunto dopo tantissime iniziative di Cgil Cisl e Uil, sia a livello nazionale che regionale. In tale contesto è bene ricordare l’incontro svoltosi a Pescara tra i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil e il ministro Poletti, il quale ha assunto una serie di impegni a favore della nostra regione, tra cui il finanziamento della cassa integrazione in deroga per tutto il 2014, un risultato che il sindacato ha fortemente perseguito”. La promessa: “La Cgil Abruzzo nei prossimi giorni si batterà nei confronti del governo affinché vengano stanziate risorse sufficienti anche per i contratti di solidarietà (di tutti i tipi), uno strumento  necessario a contrastare la crisi e difendere l’occupazione nella nostra regione. Infine chiederà l’emanazione del decreto relativo alla cassa integrazione in deroga per tutto il 2015”.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter