Gli artigiani organizzano un corteo motorizzato di protesta contro il Governo per domenica

Confartigianato ha pensato ad una manifestazione in stile USA per evitare assembramenti e sanzioni
07 maggio 2020

TERAMO - Corteo motorizzato di protesta contro il Governo, per manifestare “le grandi difficoltà che tutte le imprese stanno attraversando per svariati motivi, sia per le chiusure dovute al Coronavirus che alle difficoltà economiche conseguenti”. La Confartigianato di Teramo, guidata dal presidente Luciano Di Marzio, per evitare le sanzioni da assembramento che in questi giorni hanno colpito altre sigle che hanno manifestato in piazza (anche se distanziati), ha pensato ad una protesta creativa che viene dagli Stati Uniti anche per le vie di Teramo, in programma per domenica 10 maggio. L’associazione di categoria ha inoltrato la comunicazione a Prefetto e Questore per consentire la manifestazione senza assembramenti, nel rispetto della distanza interpersonale e secondo quanto previsto dalle disposizioni governatiive.

 

Un corteo di auto con a bordo gli iscritti della Confcommercio, con Bandiera italiana al finestrino e clacson spiegato, che partirà dal parcheggio dello stadio “Comunale” alle 10 con il seguente itinerario: uscita Teramo mare San Nicolò incrocio via Fiumicino, via  Galilei, via Papa Giovanni XIII, viale Colombo direzione Teramo, Statale 80, via Europa, via Po, Ponte San Francesco, Circonvallazione Ragusa direzione piazza Garibaldi, viale Crucioli, via Paolucci, Rotatoria viale Mazzini, via L. Paolantonio, Corso Porta Romana, via S. Giuseppe, Circonvallazione Spalato, piazza Caduti Libertà, via Porta Reale, Ponte S. Ferdinando, viale Crispi, via Europa, Centro Commerciale Gran Sasso e arrivo allo stadio “Comunale”.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter