I prodotti tipici teramani in passerella sul mercato dell'Ecuador

Il mediatore Alfredo Aramondi organizza un ponte enogastronomico: l'evento il 2 giugno a Quito
20 maggio 2017

TERAMO - Nasce dall'iniziativa del mediatore teramano Alfredo Aramondi un ponte enogastronomico tra l’Abruzzo e l'Ecuador, con l'obiettivo di promozionare i prodotti tipici teramani. La visibilità al comparto del «Food and Wine del Territorio Teramano" culminerà, il prossimo 2 giugno, nella capitale Quito, in occasione della Festa della Repubblica Italiana, in stretta collaborazione con l’Ambasciata Italiana. L’iniziativa è stata possibile grazie alla collaborazione della Camera di commercio di Teramo, nelle persone del presidente Gloriano Lanciotti e Tonia Ruggeri. Aramondi, titolare della società ecuadoregna "Aramondi & Associados ITAECU sa" con sede a Guayaquil, nel corso degli anni ha maturato una considerevole esperienza all'estero e i risultati lo hanno portato a concentrarsi sul'Ecuador. Le presentazioni e le promozioni dei marchi abruzzesi - sostenuti da aziende dell'agroalimentare come Amadori, Fracassa Salumi, Vini Strappelli, Oleificio Matalucci Ortenzia ed Erasmi Pasta & Sottolio - saranno dirette ai professionisti del settore business: distributori, ristoratori e chef locali.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter
Loading...