Il tribunale Ue boccia la Commissione: "Il salvataggio di Tercas non fu aiuto di Stato"

'Riabilitato' il ricorso al Fondo Interbancario che sostenne Popolare di Bari nell'operazione del 2014. L'istituto pugliese adesso valuta un'azione di rivalsa
19 marzo 2019

TERAMO - Non ci fu 'aiuto di Stato' nei fondi concessi dal Fondo Interbancario (Fitd) alla Popolare di Bari per il salvataggio di Tercas nel 2014 e bocciato dall'Antitrust Ue all'epoca. Il tribunale Ue, accogliendo il ricorso dell'Italia e della Bari (sostenuto dalla Banca d'Italia), ha così annullato la decisione della Commissione Ue "che non ha dimostrato che i fondi concessi a Tercas a titolo di sostegno del Fitd (dove sedeva nel consiglio un rappresentante di Bankitalia ndr) fossero controllati dalle autorità pubbliche italiane". L'Abi plaude e chiede alla commissione Ue i rimborsi per risparmiatori e banche concorrenti danneggiate dalle conseguenze delle sue non corrette decisioni sugli altri quattro istituti italiani.
Popolare di Bari: "Valuteremo rivalsa e risarcimenti". La Banca Popolare di Bari valuterà "determinazioni su eventuali azioni di rivalsa e di richiesta di risarcimenti nei confronti della Comunità Europea". Lo afferma lo stesso istituto in una nota dopo la decisione della Corte di Giustizia Ue. "La Banca Popolare di Bari - si legge in una nota - ha appreso, con viva soddisfazione, il pronunciamento della Corte di Giustizia dell'Unione Europea che ha accolto le ragioni del ricorso avanzate dalla Banca. Questa decisione - assunta nel dicembre del 2015 - ha causato ingenti danni alla Banca, ai suoi soci e a tutti gli altri stakeholder, anche per i notevoli ritardi provocati nella programmata azione di crescita e sviluppo del Gruppo Banca Popolare di Bari. Ciò indurrà gli organi aziendali ad assumere determinazioni su eventuali azioni di rivalsa e di richiesta di risarcimenti nei confronti della Comunità Europea". "Questa pronuncia - ha dichiarato il Presidente Marco Jacobini - ci ripaga di anni di amarezze e di difficoltà che abbiamo dovuto affrontare per proseguire l'azione di salvataggio di Tercas, alla quale la Banca ha lungamente lavorato nell'interesse dei risparmiatori".

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter