Welcome, la startup che assume con il brevetto per profumare la biancheria da hotel

E un'azienda 4.0 con sede a Mosciano. Nel futuro uno stabilimento nell'area industriale di San Nicolò con 2 milioni di investimento
27 giugno 2018

TERAMO - È una delle 9.000 nuove imprese iscritte al registro delle ‘startup innovative’ del Ministero dello Sviluppo economico e delle Camere di Commercio ed è l’unica in Italia operante nel settore delle lavanderie industriali. È la “Welcome SpA”: opera nel campo dei servizi al turismo con un sistema innovativo di profumazione della biancheria per hotel e di pulizia delle strutture ricettive. La Welcome ha scelto l’Abruzzo e la provincia di Teramo come base per conquistare le strutture turistiche del versante adriatico, dalle Marche alla Puglia. Da pochi mesi ha aperto la sua sede operativa e logistica a Mosciano Sant’Angelo dove impiega già 12 addetti e, nel giro di un anno, aprirà uno stabilimento a Teramo, nella zona industriale di San Nicolò, dove impianterà la sua lavanderia industriale con l’innovativo sistema di lavaggio e profumazione della biancheria. L’operazione prevede un investimento di 2 milioni di euro e la Welcome nei prossimi 12 mesi conta di assumere e triplicare il suo personale: al momento ricerca figure commerciali e personale per servizi di pulizia negli hotel e nei prossimi mesi avvierà anche selezioni di tecnici, magazzinieri, trasportatori e operai per le esigenze del nuovo impianto produttivo di San Nicolò (per candidarsi si può scrivere a info@welcome.global o andare nella sezione Lavora con noi del sito www.welcome.global).
L’amministratore e fondatore della Welcome è Bernald Leone, un giovane professionista con una importante esperienza alle spalle nel settore delle lavanderie industriali: ha ideato, organizzato e gestito dal 2012 una lavanderia industriale a Roma, riuscendo a dare lavoro a categorie di lavoratori socialmente svantaggiati e diventando un caso di successo in ambito nazionale. Ha brevettato a suo nome la “macchina di aspersione industriale di profumo su biancheria piana e spugne”, che rappresenta la punta di diamante dell’innovazione di Welcome: creando una camera di aspersione nella quale del vapore micronizzato permette di profumare lenzuola e asciugamani, dopo il normale processo di lavaggio e stiratura e prima dell’imbustamento.
La Welcome spa è un’impresa cosiddetta ‘4.0’ poiché reinveste il 15% del valore totale della produzione in attività di ricerca e sviluppo, oltre ad impiegare due terzi di personale laureato e a possedere un brevetto industriale registrato al Ministero dello Sviluppo economico. Ed è proprio ne lbrevetto che è racchiusa l’innovazione: Welcome è l’unica azienda in Italia ad aver sviluppato un sistema di profumazione dei tessuti a livello industrialecreando una camera di aspersione nella quale del vapore micronizzato permette di profumare lenzuola e asciugamani, dopo il normale processo di lavaggio e stiratura e prima dell’imbustamento, attraverso un pannello di controllo e una serie di sensori.
Oltre a questo servizio Welcome offre anche un servizio logistico innovativo: gli asciugami e le lenzuola noleggiate sono dotate di un microchip che permette di tracciare i tessuti,consentendo all’albergatore di seguire sempre i capi che ha noleggiato e controllandone utilizzo e usura, oltre a combattere i furti.
«Il tradizionale processo di lavaggio industriale della biancheria non consente la profumazione dei tessuti, a meno che non si ricorra successivamente a spray che spesso causano allergie. Il nostro sistema utilizza invece una micro-vaporizzazione che permette di profumare i tessuti di lenzuola e asciugamani con 6 fragranze diverse - spiega Leone -. Usiamo solo tessuti vegetali, da una filiera ecologica, ed essenze per la profumazione anallergiche e atossiche, con certificazione rilasciata dal Dipartimento di Farmacia e Scienze della Salute dell’Università di Calabria».
Oltre a questo servizio Welcome offre anche un servizio logistico innovativo: gli asciugami e le lenzuola noleggiate sono dotate di un microchip che permette di tracciare i tessuti, consentendo all’albergatore di seguire sempre i capi che ha noleggiato e controllandone utilizzo e usura, oltre a combattere i furti. 

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter
Loading...