Abruzzo Civico: «Non dimentichiamo che siamo una città terremotata»

Il coordinatore comunale Siriano Cordoni, che esorta ad aprire un nuovo ciclo politico in città
04 dicembre 2017

TERAMO - «Non è nostra intenzione fare processi o tantomeno festeggiare questo passaggio: prendiamo atto che si era evidentemente esaurita da tempo la fiducia e la spinta che per otto anni ha sostenuto l’azione amministrativa di Brucchi e le dimissioni non sono altro che una presa d'atto». E’ quanto dichiara Siriano Cordoni, coordinatore cittadino di Abruzzo Civico Teramo. «Teramo ha bisogno di un nuovo progetto politico e di un nuovo ciclo: non dimentichiamo che siamo una città terremotata (non solo materialmente), c’è bisogno di imprimere velocità e concretezza al processo di ricostruzione e farne anche una leva di rilancio sociale, culturale e lavorativo soprattutto per i giovani».

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter