Adesso Giorgio D'Ignazio è davvero un assessore della giunta D'Alfonso-Lolli

Il consigliere eletto nel centrodestra e oggi con i 'petalosi' di Civica Popolare, entra nell'esecutivo
09 aprile 2018

TERAMO - Il consigliere regionale teramano Giorgio D'Ignazio è il nuovo assessore della Giunta D'Alfonso. Lo ha annunciato il vicepresidente alla Regione, Giovanni Lolli, in una conferenza stampa a Pescara, nella sede del Consiglio regionale, alla presenza, tra gli altri del presidente, Giuseppe Di Pangrazio, e del sottosegretario alla Giustizia, Federica Chiavaroli. D'Ignazio, eletto in Consiglio regionale con il centrodestra, alle scorse elezioni politiche del 4 marzo si è presentato con Civica Popolare. «D'Ignazio non è una sostituzione ma un allargamento e un arricchimento della maggioranza», ha tenuto a precisare Lolli ricordando che ci sono due assessori dimissionari, Andrea Gerosolimo e Donato Di Matteo con i quali, ha riferito Lolli «la discussione è in corso». I due assessori «pongono ragioni molto serie».
«Non è un passaggio per una poltrona ma per una scelta. Scelta politica che non è nata con l'ingresso in Giunta ma viene da prima». Queste le dichiarazioni del neo assessore in Giunta regionale. «Ringrazio il presidente Lolli», si è fatto sfuggire D'Ignazio, affrettandosi ad aggiungere scherzosamente «per me è presidente», sorridendo. D'Ignazio ha annunciato le «immediate dimissioni dall'Ufficio di presidenza del Consiglio regionale«, sottolineando che a convincerlo è stato "il gioco di squadra" ma anche una battuta goliardica dell'ex sindaco di Roseto, Enio Pavone, «che ho incontrato casualmente e che ha definitivamente cambiato le sorti di questa scelta», ha raccontato D'Ignazio che punta al Turismo.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter
Loading...