Adesso Giorgio D'Ignazio è davvero un assessore della giunta D'Alfonso-Lolli

Il consigliere eletto nel centrodestra e oggi con i 'petalosi' di Civica Popolare, entra nell'esecutivo
09 aprile 2018

TERAMO - Il consigliere regionale teramano Giorgio D'Ignazio è il nuovo assessore della Giunta D'Alfonso. Lo ha annunciato il vicepresidente alla Regione, Giovanni Lolli, in una conferenza stampa a Pescara, nella sede del Consiglio regionale, alla presenza, tra gli altri del presidente, Giuseppe Di Pangrazio, e del sottosegretario alla Giustizia, Federica Chiavaroli. D'Ignazio, eletto in Consiglio regionale con il centrodestra, alle scorse elezioni politiche del 4 marzo si è presentato con Civica Popolare. «D'Ignazio non è una sostituzione ma un allargamento e un arricchimento della maggioranza», ha tenuto a precisare Lolli ricordando che ci sono due assessori dimissionari, Andrea Gerosolimo e Donato Di Matteo con i quali, ha riferito Lolli «la discussione è in corso». I due assessori «pongono ragioni molto serie».
«Non è un passaggio per una poltrona ma per una scelta. Scelta politica che non è nata con l'ingresso in Giunta ma viene da prima». Queste le dichiarazioni del neo assessore in Giunta regionale. «Ringrazio il presidente Lolli», si è fatto sfuggire D'Ignazio, affrettandosi ad aggiungere scherzosamente «per me è presidente», sorridendo. D'Ignazio ha annunciato le «immediate dimissioni dall'Ufficio di presidenza del Consiglio regionale«, sottolineando che a convincerlo è stato "il gioco di squadra" ma anche una battuta goliardica dell'ex sindaco di Roseto, Enio Pavone, «che ho incontrato casualmente e che ha definitivamente cambiato le sorti di questa scelta», ha raccontato D'Ignazio che punta al Turismo.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle TV Srls Unipersonale da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
  • Barbara
    Scritto il 10 aprile 2018 alle ore 10:16:00
    È una vergogna. E io mi vergogno di essere teramano come lui.
  • Basito
    Scritto il 10 aprile 2018 alle ore 07:02:00
    Viene eletto con uno schieramento, passa all'altro perché spera di sistemarsi meglio e invece viene trombato sonoramente... Che fai non glielo dai un assessorato? Una bella statua da apporre in una rotonda di Teramo a caso, mentre ci fa il gesto dell'ombrello, sarebbe stata più elegante.
Ultimi commenti
Loading...