Berardini (M5S): «Da gennaio a rischio gli stipendi dei dipendenti comunali»

L'allarme proviene dalla responsabile dell'ufficio finanze nel corso dei lavori della commissione consiliare
14 ottobre 2014

TERAMO - Gli stipendi dei dipendenti del Comune di Teramo sono a rischio dal prossimo mese di gennaio. E' l'allarme che lancia il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Fabio Berardini, a conclusione della riunione della Commissione Bilancio, tenutasi questa mattina. «E' quanto ci ha riferito la dirigente dell'ufficio bilancio - ha detto Berardini - che per la precarietà del bilancio potrebbero essere a rischio gli stipendi del personale: questo potrebbe accadere dal primo gennaio, sempre se non saranno effettuati quei tagli necessari per garantire l'equilibrio del bilancio comunale. Anziché tagliare le spese di gas e luce, questa amministrazione ha pensato di alzare le rette di scuolabus e mensa: è più facile alzare le rette che provvedere a un piano di razionalizzazione delle spese. Noi ovviamente ci opporremo con tutta la nostra forza a questo piano dell'amministrazione - ha proseguito Berardini -: in campagna elettorale sembrava andasse tutto per il meglio invece adesso i teramani stanno pagando le promesse del sindaco Brucchi». Il rappresentante pentastellato critica anche il 'peso' della bolletta energetica: «Noi paghiamo 2,5 milioni di euro di energia elettrica ed è previsto un altro milione di euro per il riscaldamento: è necessario subito intervenire per operare i necessari tagli e liberare risorse importanti per i cittadini teramani».

Voto medio (1 voti; 1.00)
Vota:
counter