Cardelli: «La mia candidatura per riconsegnare una identità alla sinistra teramana» VIDEO

L'ex consigliera comunale indipendente ha presentato il suo programma: «Vogliamo essere decisivi per il ballottaggio»
22 aprile 2018

TERAMO - C'è il forte sostegno del Centro politico Santacroce dietro alla candidatura a sindaco  di Paola Cardelli, già consigliera comunale indipendente. La presentazione all'hotel Abruzzi della lista Sinistra per Teramo ha svelato l'iniziativa politic di chi a Teramo vuole riconquistare spazi di presenza e dignità alla sinistra. «Abbiamo tentato una convergenza con altre aggregazioni che si presentano nel centrosinistra - ha spiegato Paola Cardelli - ma lì di sinistra c'è ben poco e allora abbiamo deciso di presentare la mia candidatura». Nella lista, come ha illustrato la candidata teramana, ci sono persone con un passato di attivismo politico di estrema sinistra, chi non ha avuto mai esperienza di impegno politico e chi, come Paola Cardelli, si sente da tempo nella vita politica cittadina ed ha un'anima più laica. Alla ricerca dunque di un ruolo della sinistra cittadina, questo lo scopo della candidatura: «Questa liosta vuole essere la sperazna e l'alternativa per noi stessi e i cittadini teramani - ha aggiunto Paola Cardelli -. Gli elettori come i rappresentanti di sinistra devono ritrovare una propria identità: noi vogliamo resittuirgliela». Nel programma: lotta all'evasione e al lavoro sommerso, controbilanciata da incentivi alle imprese virtuose, applicazione della legge sugli sprechi alimentari, difesa e valorizzazione del verde pubblico. Campoagna elettorale con quali obiettivi? «Cerchiamo un'affermazione importante, per poter essere decisivi, dopo in fase di appoggio al ballottaggio: ma senza chiedere niente. Noi non chiederemo in cambio benefici personali ma l'applicazione di alcuni punti del nostro programma».

Voto medio (1 voti; 1.00)
Vota:
counter