Del Turco fonda Alleanza Riformista

Costola dello Sdi che "vuole traghettare i socialisti nel PD"
14 maggio 2007
ROMA  Nasce Alleanza Riformista, la componente interna allo Sdi che intende 'traghettare i socialisti verso il Partito Democratico'. Ottaviano Del Turco,  presidente della Regione Abruzzo , è il leader e promotore della nuova corrente che ha avuto oggi il suo battesimo in un hotel romano.  'L'associazione si legge in un comunicato raccoglie dirigenti nazionali, regionali e locali per lo Sdi che hanno messo in discussione la politica del gruppo dirigente del partito che ha portato alla sconfitta la 'Rosa nel Pugno' nelle ultime elezioni politiche'. Un nuovo caso di scissione tra i socialisti? Ottaviano Del Turco per ora non vuole sentire pronunciare questa parola: 'parteciperemo alla costituente socialista lanciata da Boselli e in quella sede ci batteremo come leoni perché lo Sdi non resti fuori dalla grande esperienza storica del nuovo soggetto politico della sinistra'.  L'ex senatore non esita definire 'pessimi' i rapporti con Boselli, 'ma solo sul piano politico, naturalmente'. E infatti lo accusa subito di aver 'commesso un grave errore di miopia politica partecipando alla manifestazione di Piazza Navona. Se i socialisti si fossero comportanti cos_ faziosamente ai tempi del divorzio non avremo mai vinto quella battaglia'.  In prospettiva, ma solo in prospettiva, accetta l'idea di una confluenza di Alleanza Riformista nel Partito Democratico: 'questo accadrà solo se falliranno tutti i nostri tentativi di convincere la base e il partito ad aprire il dialogo col Partito Democratico. Se dovessimo aderire da soli al nuovo soggetto politico non dimenticheremmo mai le nostre radici socialiste anzi le valorizzeremo'.  Cesare Marini, ex senatore dello Sdi, è uno dei promotori,  insieme al sindaco di Bergamo, Roberto Bruni, della nuova componente. Marini, conversando con i giornalisti, ha ammesso che 'l'anima politica dei socialisti è probabilmente più laica e di sinistra di quanto il Partito Democratico non lasci intravedere: tuttavia aderire alla nuova formazione politica diventa un obbligo vista la frammentazione irresistibile e che si deve constatare al di fuori del Partito Democratico'.  La pianta del riformismo socialista si legge ancora in un documento diffuso durante il convegno deve produrre dentro il Pd la voglia di presentarsi al paese come il partito dei diritti essenziali di cittadinanza: il diritto al lavoro, quello alla salute, il diritto all'istruzione, il diritto ad una pensione capace di rendere sereno il tempo della vita liberata dal lavoro'.
Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter