Di Pasquale a Sel e Udu: «La mia sede è aperta ai giovani e alle loro proposte»

La polemica sull'asse con CL, Melarangelo: «I nostri unici accordi sono quelli con i cittadini»
03 aprile 2014

TERAMO - Non si fa attendere la replica di Manola Di Pasquale alle critiche di Sel che oggi ha rilanciato le accuse dell'Unione degli studenti universitari su un esistente asse tra il Pd e Comunione e Liberazione universitaria. sia il candidato sindaco che Alberto Melarangelo, segretario dell'Unione comunale, hanno stigmatizzato gli attacchi. «Un semplice incontro con i giovani studenti universitari è avvenuto mercoledì, all’interno della mia sede elettorale - dice Di Pasquale -, incontro che mi ha vista raccogliere e fare tesoro dei loro suggerimenti e delle loro problematiche. Purtroppo l’Udu e Sel strumentalizzano l’ospitalità ad un gruppo di studenti come un patto politico o, come hanno dichiarato di “evidente scelta politica”. Si è tratto semplicemente di un incontro con dei ragazzi che hanno voluto portare a conoscenza di questo candidato sindaco le loro idee per rendere Teramo una città universitaria più accogliente, attraverso non solo il potenziamento dei collegamenti tra il centro e l’Università, ma anche con la creazione di sale studio in punti diversi della città ed altre preziose proposte. Un incontro piacevole, poiché le loro idee possono essere un ottimo supporto per la redazione di un programma che possa avvicinare da subito la città al mondo universitario; accogliere i giovani - ha aggiunto il candidato sindaco - è importante, poiché anche la loro voce è fondamentale per tastare meglio i problemi del mondo accademico e di certo, in loro, non ho visto papabili voti, ma solo ragazzi capaci e ricchi di idee, di proposte sensate che vanno ascoltate e accolte. Ribadisco che la sede di questo candidato sindaco e, qualora fossi eletta, le porte del Municipio, saranno sempre aperte ai cittadini e alle loro richieste e suggerimenti, poiché vogliamo dare voce a tutti, a prescindere dalla loro appartenenza politica». Melarangelo, dal canto suo, ha sottolineato che «il Pd è una forza politica che non ha nessun accordo se non con i cittadini teramani, riformista perché vuole dare risposte ai problemi. Noi siamo per il confronto e il dialogo. Sel, con un patetico tentativo, ha voluto montare ad arte una vicenda inesistente semplicemente per segnalare la sua esistenza in questa tornata elettorale».

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter