I consiglieri di Dodo ai 'gattiani': «Goffo tentativo di sottrarsi a riconoscibili responsabilità»

E' al veleno la reazione alla richiesta di dimissioni dei consiglieri della lista "Teramo Soprattutto"
04 novembre 2017

TERAMO - Tra le reazioni e le posizioni politiche pervenute dopo lo scossone politico provocato dalla lettera dei 'gattiani' al sindaco con tanto di richiesta di dimissioni, è al veleno quella dei consiglieri della lista "Teramo Soprattutto", Alessia De Paulis, Alberto Covelli e Alessandro Di Berardino.
«La nostra città - dicono - versa in una condizione di oggettiva difficoltà legata a vicende note che ne hanno segnato il passo, ed è proprio per questa condizione che non è affatto ammissibile alcun tardivo e goffo tentativo di sottrarsi alle proprie riconoscibili e palesi responsabilità, atteso che non vi è un solo cittadino, in questa città, che non abbia contezza dei “condizionamenti politici” cui ha dovuto sottoporsi, suo malgrado, il Sindaco, sin dal minuto successivo alla sua elezione». Tra le ipotesi di un mutamento fisico o soltanto dell'io a giustificare questa che viene definita "metamorfosi felina", i consiglieri che fanno riferimento all'assessore Dodo Di Sabatino Martina propendono per la seconda e ricordano ai colleghi della lista di maggioranza relativa, che «la preoccupazione di non essere in grado di ottemperare ai propri doveri, tra i quali a pieno titolo rientra l’approvazione del Bilancio di Previsione ed il completamento del mandato consiliare, può essere superata solo con un atteggiamento positivo, che si estrinsechi nell’adozione dei provvedimenti importanti per la città e per i cittadini, rifuggendo ogni malcelato, maldestro e soprattutto tardivo, tentativo di compromissione, considerato che è di palmare evidenza del come tutti noi, nessuno escluso, abbia nel bene e nel male partecipato all’amministrazione di questa comunità».

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle TV Srls Unipersonale da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
  • Andrea
    Scritto il 05 novembre 2017 alle ore 09:44:00
    Parlano proprio loro? Poverini hanno già dimenticato la sceneggiata messa in atto dal signor Alfonso Di Sabatino per avere la poltrona.
Loading...