Di Pangrazio (Pd) è il nuovo presidente del Consiglio regionale. Il ministro Lanzetta all'inaugurazione / FOTO

Eletto al primo turno con 25 voti su 31. Gatti e Paolini vicepresidenti. In aula tutti gli ex tranne Del Turco
30 giugno 2014

TERAMO -E' l'avezzanese Giuseppe Di Pangrazio, del Partito democratico, al secondo mandato da consigliere regionale, il nuovo Presidente del Consiglio regionale dell'Abruzzo. E' stato eletto al primo turno di votazione dal consiglio regionale riunito oggi per la prima volta nella decima legislatura all'Emiciclio dell'Aquila. Di Pangrazio ha ottenuto 25 voti sui 31 disponibili (ne erano necessari 22 al primo turno).  Lucrezio Paolini per la
maggioranza e Paolo Gatti per l'opposizione sono i vicepresidenti del Consiglio regionale dell'Abruzzo, eletti con
15 voti il primo, con 10 il secondo nella seduta di insediamento all'Emiciclo. Il nome di Lucrezio Paolini, il più votato per l'Italia dei Valori nella circoscrizione di Chieti, era stato proposto daCamillo D'Alessandro per la maggioranza. Mauro Febbo aveva avanzato la candidatura di Paolo Gatti, il più votato del centrodestra, assessore nella precedente legislatura con la Giunta guidata da Gianni Chiodi. Per il Movimento 5 Stelle Sara Marcozzi aveva proposto il nome di Riccardo Mercante, il più votato nella circoscrizione di Teramo. Mercante ha ottenuto 6 voti. 

Il ministro Lanzetta: «Incoraggerò le buone politiche»

"Spero inizi oggi una bella storia per l'Abruzzo". E' quanto ha detto il ministro degli Affari regionali Maria Carmela Lanzetta all'inaugurazione ufficiale della decima legislatura abruzzese che si è insediata oggi. "Da amministratore locale ho imparato che le buone funzioni amministrative sono sempre il frutto di un confronto tra le parti, e vanno sempre a favore delle politiche territoriali. Qui in Abruzzo c'è ancora da affrontare l'eredità del terremoto dell'Aquila ma sono certa che questa nuova amministrazione darà i suoi frutti". "Come ministro sono pronta a incoraggiare le buone politiche territoriali volte a creare sviluppo, crescita, occupazione e benessere in un'ottica di leale collaborazione tra Regione e istituzioni dello Stato. L'impegno che parte dal governo in questo senso e' massimo". In aula nell'emiciclo per l'inaugurazione della legislatura ci sono tutti gli ex presidenti della Regione Abruzzo, deputati e senatori della Regione, e tra le file dell'opposizione anche l'ex governatore uscente Gianni Chiodi sconfitto alle urne dello scorso 25 maggio dal neopresidente Luciano D'Alfonso.

In Aula tutti gli ex, manca solo Del Turco: "La mia presenza poco opportuna in occasione tanto solenne"
Ci sono tutti gli ex presidenti di Regione invitati all'inaugurazione della X legislatura: manca solo Ottaviano Del Turco. Del Turco fu arrestato il 14 luglio 2008 a seguito dell'inchiesta sulla 'sanitopoli' e lo scorso anno è stato condannato a 9 anni e 6 mesi dal Tribunale di Pescara. L'ex ministro delle Finanze era stato comunque invitato alla manifestazione ma ha declinato l'invito spiegando che questo "arriva nel momento e nell'occasione meno opportuna. Credo che chi ha avuto questa idea ha sottovalutato l'effetto della mia presenza in un'occasione tanto solenne ed importante. L' attenzione di tanti si sposterebbe dal valore della cerimonia al significato della mia presenza - ha proseguito Del Turco - ho troppo rispetto per le istituzioni per prestarmi ad una funzione così contraddittoria per i miei principi e per la mia educazione. Non mancheranno occasioni per riparare alle molte e sgradevoli assenze delle istituzioni espropriate delle loro scelte e delle loro prerogative", ha concluso Del Turco.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter