Il presidente Sospiri ritira il decreto di nomina di Paolo Gatti alla Corte dei Conti

"Sono emerse prese di posizione inedite". La procedura riparte daccapo con una nuova istruttoria dopo il no di Lega e opposizioni
05 febbraio 2020

L'AQUILA - Il Presidente del Consiglio regionale dell'Abruzzo, Lorenzo Sospiri, ha ufficialmente ritirato il decreto n. 56 con il quale l'avvocato Paolo Gatti era stato nominato componente della sezione regionale della Corte dei Conti in Abruzzo.
"L'atto di nomina - precisa Sospiri - nasceva da una precisa delega conferitami dalla Conferenza dei Capigruppo nella riunione del 12 novembre 2019. Evidentemente, nel tempo intercorso tra quella data e il decreto di nomina, si è aperto un nuovo dibattito sul caso con prese di posizione inedite. Dibattito che è scaturito con la richiesta dei Capigruppo, nell'incontro del 21 gennaio 2020, di riportare in Consiglio regionale la questione. Necessità espressa in particolare dalla Lega e da una parte dell'opposizione". "Da Presidente del Consiglio - continua Sospiri - prendo atto della volontà dei Capigruppo e rimetto al Consiglio regionale la votazione sul designato alla Corte dei Conti. Il ritiro del decreto è un atto di responsabilità, con la precisa volontà di mantenere un profilo di correttezza nei confronti delle altre forze politiche e assicurare la terzietà che il mio ruolo impone".
"In una delle prossime sedute del Consiglio - conclude il Presidente - sarà quindi inserito il nuovo punto all'ordine del giorno e sarà assicurata una espressione unitaria della maggioranza".

Voto medio (1 voti; 1.00)
Vota:
counter