Il proporzionale amplifica la vittoria pentastellata: 11 eletti. Al Centrodestra 7, 3 al Pd. Fuori Pelino e Morra

Aumenta la pattuglia del Movimento 5 Stelle. Grande delusione per Fratelli d'Italia nonostante l'exploit dell'ex assessore regionale ai Trasporti
06 marzo 2018

TERAMO - Il gioco delle 'cifre elettorali' dei collegi plurinominali in Italia aumenta ancor più in Abruzzo ll valore del voto al Movimento 5 Stelle. Sale infatti a 11 la pattuglia pentastellata al Parlamento, mentre al Centrodestra ne spettano 7, suddivisi a metà tra Forza Italia e Lega con Quagliariello al Senato e Fratelli d'Italia al palo con l'esclusione di Giandonato Morra che pure è stato protagonista di un ottimo risultato elettorale. Confermati nel Pd D'Alfonso, D'Alessandro e Pezzopane, clamorosa esclusione per la forzista Paola Pelino che pure i numeri davano dentro fino a ieri sera. Ai 5 candidati di Grillo eletti nei collegi uninominali (Antonio Zennaro, Andrea Colletti, Daniele Del Grosso, Carmela Grippa e, al Senato, Primo Di Nicola) si sono aggiunti altri 6 neo deputati e senatori. Oltre alla 'blindata' Valentina Corneli, avvocato di Roseto, viaggiano verso Montecitorio anche Fabio Berardini, ex candidato sindaco e consigliere comunale a Teramo, il deputato uscente Gianluca Vacca e Daniela Torto, verso Palazzo Madama il confermato Gianluca Castaldi e Gabriella Di Girolamo. Forza Italia porta a Roma il deputato uscente Gianfranco Rotondi, Antonio Martino e al Senato il coordinatore regionale Nazario Pagano. Per la Lega gli eletti sono il segretario regionale del partito di Salvini, Giuseppe Ercole Bellachioma, sLuigi D'Eramo (che subentra per la rinuncia di Silvana Andreina Comaroli, eletta a Cremona) e al Senato, Alberto Bagnai.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter
Loading...