M5S: «Gammarana, una occasione perduta»

I grillini criticano il fallimento nella ricerca di soluzioni per lo sviluppo del quartiere
15 aprile 2014

TERAMO – “La Gammarana, un quartiere di occasioni mancate”. E’ quanto sostiene il Movimento 5 Stelle all'esito di un incontro promosso da Legambiente con i residenti durante il quale sarebbero emerse numerose perplessità sullo svincolo del Lotto Zero. “Si farà? Non si farà? Si farà altrove, come più volte richiesto dal comitato di quartiere? – domandano gli attivisti del movimento -. Non ci è tuttora dato saperlo. Stesso discorso per gli enormi capannoni industrali dismessi, vero nodo delle future possiblità di sviluppo dell'area. Ad oggi – proseguono i grillini termani - non è chiaro se siano o meno proprietà del Comune, né quale sia il loro effettivo valore. Ce lo dirà forse, dopo un gioco al rimpiattino tra amministrazione e Tribunale durato anni, l'ultimo consiglio comunale”. Ieri infatti l’assessore Agostinelli ha chiarito che nell’ultima seduta dell’esecutivo si riuscirà a mettere i terreni a disposizione dopo una transazione con la curatela fallimentare. “C'è infine la questione dell'arretramento della stazione, su cui il M5S ha già espresso in varie occasioni la sua contrarietà, dato che non comporterà nessun vantaggio per la collettività, ma ‘regalerà’ parcheggi a pagamento ad utenze deboli come gli studenti ed i lavoratori pendolari. A dare un tocco surreale all’incontro ci hanno pensato gli attuali amministratori che parlavano delle tante questioni esposte con divertito stupore, come se a governare la città negli ultimi 10 anni non fossero stati loro. Il loro piglio combattivo è venuto fuori  in zona Cesarini, per la questione amianto nelle scuole. L'assessore Romanelli ha dichiarato che l'opera di bonifica, con teutonica efficienza, è già terminata. A noi i lavori risultano appena iniziati e completati solo in 3 scuole su 16”.

Voto medio (2 voti; 3.00)
Vota:
counter