«Ma le verifiche nelle scuole le stanno facendo?» INTERVISTA

I consiglieri Berardini e Cardelli chiedono sanzioni per il dirigente: non si trovano le determine per gli incarichi
07 aprile 2017

TERAMO - Ma le verifiche nelle scuole comunali sono partite? E' il dubbio che si pongono i consiglieri di opposizione Fabio Berardini (M5S) e Paola Cardelli (gruppo misto) che denunciano la mancanza delle determine o di altri documenti che dimostrino l'assegnazione degli incarichi ai professionisti che non sono al momento pubblicati. «E' indecente che finora non siano state pubblicate le determine - dice -: noi vogliamo capire se sono state affidate le verifiche. Qui c'è una grande lacuna, la metodologia con cui sono stati scelti questi professionisti doveva essere messa nero su bianco dal dirigente Bernardi con queste determine che non sono state però pubblicate da oltre un mese. Abbiamo interessato la prefettura e interesseremo anche il segretario generale perchè qui si tratta di una grave inadempienza del dirigente, che potrebbe essere sanzionabile».
Il consigliere Paola Cardelli aumenta il carico: «In prefettura, nel capo di gabinetto e del responsabile dell'area protezione civile - ha detto - abbiamo trovato persone disponibili e attente al problema e anche loro sono in attesa di queste verifiche, ma sembra anche che non ci sarebbero le coperture economiche per effettuarle, per decidere cosa fare o quali provvedimenti intraprendere. Quello che mi preme che il sindaco metta per iscritto  - e per questo non risponde - nella risposta alle nostre domande si assuma la responsabilità di dire che tutte le scuole sono tutte sismicamente sicure, visto che sono state riaperte, tranne quelle inagibili».


GUARDA L'INTERVISTA AI CONSIGLIERI BERARDINI E CARDELLI

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter