Nuova legge urbanistica regionale: gli architetti chiedono di bloccare tutto

L'appello del presidente della Federazione Vallese alla Politica: “Rinviate l'esame del disegno legge a dopo l'insediamento della nuova Giunta”
07 agosto 2018

TERAMO - La Federazione degli Ordini degli Architetti PPC di Abruzzo e Molise, nell'apprendere dell'inserimento, all'ordine del giorno del Consiglio Regionale di venerdì prossimo, della nuova legge urbanistica regionale, lancia un appello a tutte le forze politiche in Consiglio affinché l'esame del disegno di legge venga rinviato a dopo l'insediamento della nuova Giunta, prevista – dopo le recenti dichiarazioni del Governatore D’Alfonso – per la fine del 2018. "Una norma importante per la nostra Regione, di certo necessaria ma non priva di criticità, che vanno risolte con una maggiore condivisione con gli attori del territorio, non può essere approvata a fine legislatura - scrive in una nota il presidente della Federazione, Giustino Vallese - Il disegno di legge, presentato a dicembre dello scorso anno, dopo le presentazioni ufficiali non ha avuto nessun momento di confronto e condivisione nonostante più volte Federazione, Ordini e Associazioni hanno chiesto incontri e tavoli tecnici per superare le criticità irrisolte ed arrivare ad un risultato condiviso. La Federazione, insieme ad Ance e agli altri Ordini e Collegi professionali tecnici del territorio, ha potuto rilevare diverse tematiche che la norma non affronta e un'impostazione generale che andrebbe rivista in funzione di un reale snellimento delle procedure urbanistiche, nel rispetto dell'interesse pubblico e delle potestà pianificatorie dei comuni e delle province".

Voto medio (1 voti; 5.00)
Vota:
counter