Regione, il Pd teramano presenta la sua «migliore squadra possibile»

I sette candidati della circoscrizione locale. Minosse: «Nessun democrat nelle liste civiche, tranne una sola deroga»
14 aprile 2014

TERAMO - «E' la migliore squadra possibile», ha commentato il segretario provinciale Gabriele Minosse, nel presentare la squadra teramana del Partito democratico per le elezioni regionali. «Sono professionalità di livello - ha aggiunto - ma anche ottimi dirigenti ed esponenti del partito, che ringrazio per averci messo la faccia in un momento così difficile per la nostra regione. Abbiamo il compito di ridare all'Abruzzo un volto nuovo, di cambiare la regione e anche la città di Teramo, che hanno conosciuto il fallimento di un 'modello' decantato a parole». Minosse ha colto l'occasione per ribadire che nelle liste regionali in corso per il sostegno al candidato Luciano D'Alfonso non ci saranno dirigenti o tesserati del Pd: «Contrariamente a quanto accaduto in altre province dell'Abruzzo - ha spiegato - gli organi direttivi del partito hanno deliberato per una sola deroga a questa regola, chiesta per avere la più completa rappresentanza dei territori». Dunque, nel Teramano, il solo esponente Pd che farà parte di una delle 'civiche' di D'Alfonso sarà Giuseppe D'Alonzo, sindaco di Crognaleto. I "sette" schierati in campo sono Anna Marcozzi, primario di ostetricia e ginecologia al Mazzini di Teramo, presidente provinciale Pd; Graziella Cecchini, dirigente d'azienda, capogruppo consiliare al Comune di Colonnella; Wania della Vigna, avvocato; Luciano Monticelli, ex sindaco di Pineto; Sandro Mariani, assesore comunale di Campli; Gloriano Lanciotti, direttore della Cna di Teramo; Dino Pepe, sindaco di Torano Nuovo da due mandati. Alla conferenza stampa di presentazione ha partecipato anche il candidato presidente Luciano D'Alfonso.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter