Tornano i big: venerdì Berlusconi, sabato e domenica Salvini e comizio finale della Meloni. Ma ci sarà anche il ministro Bussetti

Il ministro dell'Interno in prefettura sabato prossimo e poi domenica di mercato a Campli con due comizi ad Atri e Sant'Egidio. La leader di Fdi in piazza Martiri. Si comincia con il segretario nazionale di Casapound, Di Stefano
28 gennaio 2019

TERAMO - Sarà una prima settimana di febbraio di fuoco per la provincia di Teramo per una campagna elettorale che si infiamma, nel rush finale, con l'arrivo dei big nazionali di partiti e movimenti. Dal prossimo 31 gennaio con la conferenza stampa del segretario nazionale di Casapound, Simone Di Stefano (alle 11) fino al giorno prima dei comizi finali, sarà un alternarsi di leader e di politici. A partire da Silvio Berlusconi, che dopo essere stato all'Aquila torna in Abruzzo: giovedì srà a Chieti, venerdì 1° febbraio a Teramo. In città farà una vista alla Baltour del presidente di Confindustria, Agostino Ballone, per poi trasferisi alla Cordivari a Morro d'Oro. Infine pranzerà con i candidati di Forza Italia al ristorante 'Manetta' a Roseto. Sarà poi di nuovo la volta di Matteo Salvini, mentre Giorgia Meloni (Fratelli d'Italia) sarà in piazza a Teramo il 7 febbraio per un comizio conclusivo, per tirare la volata al candidato Governatore di Fratelli d'italia, Marco Marsilio. Il calendario ipotizzato deve essere ancora confermato ma il ministro dell'Interno e leader della Lega, Matteo Salvini, sarà a Teramo addirittura per due giorni. Sabato 2 febbraio dovrebbe essere in Prefettura, alle 16, dove potrebbe tenere una conferenza stampa, prima di spostarsi a Giulianova (alle 18) per un comizio e chiudere sempre nella cittadina giuliese alle 20.30 partecipando a una cena di autofinanziamento. All'indomani, domenica, alle 9:30 passeggerà al mercato di Campli, dove è presumibile che si rituffi in un oceano di selfie, per poi trasferirsi in piazza Umberto I a Sant'Egidio alla Vibrata (a mezzogiorno) e ad Atri (alle 15:30), per tenere in entrambi i casi un comizio. La presenza della Lega nella campagna elettorale teramana potrebbe essere rafforzata dala presenza del ministro dell'Istruzione, Marco Bussetti, la cui visita dovrebbe essere prevista mercoledì 6 febbraio, nel pomeriggio: due le tappe, a Nereto in Sala Allende e a Giulianova alla scuola alberghiera. C'è anche la presenza di Casapound in questo contesto elettorale nazionale: il segretario del movimento di ultradestra, Simone Di stefano, sarà a Teramo giovedì 31 gennaio, per una conferenza stampa assieme al candidato alla presidenza della Regione, Stefano Flajani. Nel pomeriggio sarà a Sant'Egidio alla Vibrata, con una visita istituzionale e i saluti all'amministrazione comunale, per un incontro elettorale con il candidato Roberto Monardi e in un'azienda artigianale. Da qui a Nereto, alle 17:30 e chiusura del tour teramano a Giulianova, alle 19, presso la Sala del Loggiato al Belvedere con Armando Pertinari.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter