«Tutti cercano un sindaco, la Lega pensa ai programmi»: Canzio ha anche l'idea per un nuovo teatro

Il coordinatore comunale di Salvini indica le priorità per un tavolo di centrodestra: modifiche al 'porta a porta', incentivi alle imprese, manutenzioni e 'pressione' sulla ricostruzione
21 marzo 2018

TERAMO - Fiscalità locale da utilizzare per incentivare le imprese, riflessione concreta sul ritorno a una raccolta rifiuti di tipo misto e non più solo porta a porta per praticare una effettiva riduzione della Tari per le famiglie, programmazione efficiente delle manutenzioni. Sono alcune delle priorità che il coordinatore comunale della Lega, Roberto Canzio, pone al centro della progettualità della nuova amministrazione e che dovrebbero essere  fulcro e collante del programma di una coalizione del centrodestra. Canzio individua come indispensabile l'istituzione «di una commissione consiliare permanente per monitorare quotidianamente sia le attività dell’ufficio speciale regionale per la ricostruzione post sisma, sia le attività dell’Ater per la ricostruzione in particolar modo in centro storico e nella zona di Colleatterrato Basso dove si è registrato un  gran numero di sfollati con conseguenti effetti negativi sulle attività commerciali presenti». Entro sei mesi dall'elezione della nuova amministrazione, il Consiglio dovrà approvare la variante al Prg - dice Canzio -  che consenta la retrocessione e la conseguente riassegnazione delle aree edificabili, così come servirà subito un regolamento e un piano del verde cittadino». Ma se raccolta rifiuti, fiscalità e incentivi alle imprese, manutenzioni sono prioritarie, non da meno è trovare la soluzione definitiva alla mancanza di un vero teatro: «L'idea progettuale la Lega ce l'ha - conclude Canzio -: a breve presenteremo una soluzione su cui aprire una discussione, coinvolgendo tutti i protagonisti della cultura teramana».

 

Voto medio (1 voti; 5.00)
Vota:
counter