Un'unica Asl e una sola società di trasporti per l'Abruzzo

La proposta dell'Idv per sanare parcellizzazioni e diseconomie
29 dicembre 2010

TERAMO - Una Asl unica regionale ed un'unica società pubblica nel trasporto pubblico locale sono le due
proposte del gruppo regionale dell'Italia dei Valori presentate oggi in Consiglio regionale dove si sta discutendo il bilancio di previsione 2011. "Due riforme - spiega Costantini - capaci non solo di abbattere i costi e gli sprechi della politica, ma anche di favorire una definitiva ed ormai non più rinviabile razionalizzazione del sistema, con eliminazione di doppioni ed ottimizzazione dell'uso delle poche risorse pubbliche disponibili. Significherebbe, per Costantini, anche dare un segnale forte e chiaro alle categorie sociali e produttive: "la politica è pronta alle riforme, anche le più radicali, la stessa disponibilità deve essere manifestata da loro, con la rinuncia a perseguire ogni forma di reiterazione dei privilegi del passato". "Chiodi - continua Costantini - ha detto di essere disponibile ad assumersi le proprie responsabilità e nelle ultime settimane, insieme al sub-commissario Baraldi, ha dichiarato che nella condizione attuale non serve l'Assessore alla sanità e non servono neppure 4 ASL, considerata anche l'imminente istituzione di un servizio di controllo e di gestione centralizzata degli acquisti. Voti allora l'emendamento che abbiamo proposto, insieme ad altre forze di opposizione". "Sempre Chiodi - aggiunge il capogruppo IdV - insieme all'assessore Morra, ha riconosciuto che la parcellizzazione delle società regionali nel trasporto pubblico locale genera disservizi, diseconomie ed aggravi insostenibili nei costi di gestione e di produzione del servizio. Voti allora anche l'altro emendamento sulla istituzione di un' unica società pubblica nel Trasporto Pubblico Locale". "E' una opportunità che l'Idv gli propone - conclude Costantini -  assumendosi delle rilevanti responsabilità politiche, per consentirgli di dimostrare concretamente che quello che dice a parole da due anni, poi vuole effettivamente realizzarlo anche nei fatti".

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter