Vocazione ecologica e occupazione, per gli attivisti M5S una conciliazione è possibile

Un incontro sulle dinamiche economiche e la recessione venerdì all'hotel Abruzzi
13 marzo 2014

TERAMO – Il Movimento 5 Stelle teramano si interroga sulle dinamiche che hanno portato alla recessione economica e nel tentativo di una “conciliazione” tra impronta ecologica e occupazione convoca per venerdì alle 21 all’Hotel Abruzzi un incontro dal titolo “Meno… e meglio”. “L’economia mondiale – si legge nella nota diffusa dagli attivisti - corre invasata dietro la religione del Pil lasciando macerie umane ed ambientali, l’Italia affonda nel gorgo della crisi: questo sarebbe il migliore dei mondi possibili, anzi questo è l’unico mondo possibile?” Di questo si parlerà alla presenza di Maurizio Pallante, noto saggista e fondatore del Movimento italiano per la Decrescita Felice, che presenterà una visione alternativa del progresso orientata a recuperare la centralità dell’uomo rispetto alla merce, del pianeta rispetto agli interessi di ristretti gruppi di potere: una rivoluzione che trova ogni giorno conferma nel drammatico e quotidiano fallimento del dogma della crescita a tutti i costi. Dibatteranno con lui Massimo De Maio, già presidente nazionale di “Fare Verde Onlus”, da anni impegnato sul tema della economia sostenibile ed il deputato abruzzese del Movimento 5 Stelle Gianluca Vacca, in prima linea nella battaglia contro la petrolizzazione della nostra regione. “L’economista francese Serge Latouche – spiega la nota del M5S - sostiene che è ormai certo che stiamo andando contro un muro: restano da calcolare la velocità ed il momento dello schianto. Un mondo diverso è possibile: in economia come in politica”.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter