Condividere gli ambienti di lavoro per creare prodotti superiori

Come migliorare la qualità delle idee. Lo insegna l'Università di Teramo
06 maggio 2015

TERAMO - Il coworking è uno stile lavorativo basato sulla condivisione di un ambiente di lavoro da parte di persone, professionisti, lavoratori della conoscenza, che svolgono un’attività in modo indipendente per diverse organizzazioni. Marcello Pedaci, della facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Teramo, ha organizzato un incontro (a Teramo, Università, Scienze della Comunicazione, domani, giovedì 7 maggio, alle17) sull’argomento, di cui spiega: ”L’obiettivo principale è quello di creare collaborazioni, sinergie, contaminazioni, superando i problemi dell’ isolamento in un ufficio o a casa. In aggiunta molti di questi spazi collaborativi offrono strumenti, servizi e la possibilità di ampliare le reti di relazioni, collegando network locali e globali”. Il tema del seminario è “Coworking, Fab Lab e spazi collaborativi” e l’incontro  esaminerà le caratteristiche del fenomeno in Italia, le sue prospettive, le sue possibilità di rivitalizzare il mercato del lavoro e i sistemi produttivi.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter