Cura dell'osteoporosi: dalla missione spaziale utili informazioni con il progetto 'teramano'

Il docente di UniTe, Mauro Maccarrone, è il responsabile dl progetto che studia la reazione delle cellule staminali nello spazio
29 agosto 2017

TERAMO - Entro il mese di settembre potrebbero esserci importanti novità sullo studio e la cura dell'osteoporosi, grazie al contributo decisivo fornito dal progetto SERiSM finanziato dall'Agenzia Spaziale Italiana nell'ambito della missione VITA in corso sulla Stazione Spaziale Internazionale, di cui è responsabile Mauro Maccarrone, docente di Metodologie Biochimiche dell'Università degli Studi di Teramo. Attraverso le cellule staminali isolate dal sangue di Maccarrone, 'rieducate' a produrre tessuto osseo sulla stazione spaziale in assenza di gravità, e messe al sicuro in un congelatore, saranno riconsegnate al rientro della navicella Dragon e analizzate nei laboratori a terra: potrebbero fornire importanti informazioni nel trattamento dell'osteoporosi e costituire utile guida per approntare un nuovo studio clinico.

Voto medio (1 voti; 3.00)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle TV Srls Unipersonale da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
Loading...