Direzione in Namibia per un veterinario dell'IZS

Scacchia nominato responsabile del Laboratorio Centrale di Windhoek
27 novembre 2007
TERAMO Dopo quello con il Governo dell'Eritrea, l'Istituto Zooprofilattico di Teramo incassa un altro importante riconoscimento nell'ambito della cooperazione internazionale e ancora in Africa, stavolta in Namibia dove l'Izs diretto da Enzo Caporale vanta una decennale esperienza di collaborazione: Massimo Scacchia, il dirigente veterinario del Laboratorio di Sanità animale dell'istituto è stato nominato responsabile scientifico della ricerca e della diagnostica del Laboratorio Centrale Veterinario della Namibia, nella capitale Windhoek. Al contributo di Scacchia e dell'Izs sono andati i complimenti dei ministeri dell'Agricoltura e degli Interni, che vedono nella importante struttura teramana il sostegno giusto per il raggiungimento di un livello di controllo della qualità e della sicurezza alimentare tali da permettere lo sbarco delle esportazioni namibiane sui mercati internazionali. Scacchia in Namibia dirigerà per i prossimi due anni un laboratorio con 7 Dipartimenti, 40 dipendenti, 3 veterinari, 3 biologi e un chimico. L'obiettivo di questo progetto di collaborazione è quello di formare i veterinari locali per la diagnosi delle malattie infettive del bestiame, svolgere attività diagnostiche in laboratorio e di campo, gestire i rapporti con i professionisti e gli allevatori locali, con l'attivazione di un laboratorio di virologia. Le attività dell'IZS A&M in quella regione sono estese anche allo studio delle malattie esotiche e un proficuo rapporto di interscambio esiste anche con il laboratorio di ricerca del centenario Parco di Etosha.
Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter