Olii essenziali, toccasana dal cibo alla medicina: gli esperti ne parlano a Teramo

Si terrà il 19 e 20 ottobre, al Campus Saliceti, il congresso nazionale della Siroe. Lo organizza la Facoltà di Bioscienze
19 settembre 2018

TERAMO - Si terrà all’Università di Teramo l’annuale Congresso nazionale della Società Italiana per la Ricerca sugli Oli Essenziali (SIROE). La società scientifica riunisce tutti i ricercatori italiani che studiano le applicazioni degli oli essenziali, spesso in alternativa a prodotti di sintesi, dalle produzioni vegetali e animali alle tecnologie alimentari, dall’odontoiatria alla dermatologia fino alla tutela dei beni culturali.
Il convegno si terrà il 19 e 20 ottobre nell’Aula Magna del Campus Aurelio Saliceti.
«Gli oli essenziali ‒ ha spiegato Antonello Paparella, preside della Facoltà di Bioscienze e membro del Comitato Direttivo della SIROE ‒ rappresentano una risorsa naturale potente, utilizzata dalle piante per difendersi da parassiti e microrganismi e rivalutata oggi come strategia sostenibile per numerosissime applicazioni, dalla medicina. L’Abruzzo è una regione ricca di aziende che operano nel settore delle piante officinali e nella produzione di oli essenziali, con un mercato che si estende ben oltre i confini regionali. Le due giornate, organizzate dalla Facoltà di Bioscienze, rappresenteranno un importante momento di incontro e riflessione sull’uso degli oli essenziali in medicina, agricoltura e alimentazione, non solo per i ricercatori ma anche per studenti, studiosi e appassionati di fitoterapia».
Le iscrizioni sono aperte sul sito www.siroe.it, dove è possibile trovare il programma e le quote di iscrizione.

Voto medio (1 voti; 5.00)
Vota:
counter