Per gli alberi monumentali abruzzesi ci sarà il censimento

I temi della nuova normativa all'Università di Teramo
20 marzo 2015

TERAMO - Ci sarà, in Abruzzo, regione verde d'Europa, il censimento degli alberi monumentali. Esiste infatti una normativa nazionale e a un anno dal decreto ministeriale attuativo della disciplina nazionale sugli alberi monumentali, l’Università degli Studi di Teramo organizza una giornata di formazione sui profili applicativi della nuova normativa in Abruzzo. L’appuntamento è per martedì 24 marzo 2015, a partire dalle ore 10.00, nella Sala delle lauree della Facoltà di Giurisprudenza, è stato organizzato in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato, l’Accademia italiana di scienze forestali, la Regione Abruzzo, l’ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani Abruzzo e la Federazione degli Ordini dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali dell’Abruzzo. «Con la legge numero 10 del 14 gennaio 2013 - ha spiegato Federico Roggero, docente della Facoltà di Giurisprudenza e coordinatore del convegno - è stata dettata una disciplina sugli alberi monumentali valida per tutto il territorio nazionale. La norma, attuata attraverso un decreto ministeriale dell’anno seguente, prevede la formazione di un censimento degli alberi monumentali, coinvolgendo i comuni, le regioni e il Corpo Forestale dello Stato. L’evento organizzato dall’Università di Teramo vuole segnare l’avvio delle operazioni in Abruzzo e sensibilizzare tutti coloro che, a diverso titolo, sono coinvolti nel censimento dei grandi patriarchi verdi, presenti in gran numero nel territorio regionale. Si vuole così anche tracciare una strada per la valorizzazione delle principali individualità arboree in Abruzzo, regione dei parchi e regione verde d’Europa».

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter