Studioso teramano rivoluziona i criteri di valutazione del danno di un acido

Maurizio Manera rileva il danno epatico del 'Pfoa' anche a concentrazioni sotto la soglia di rilevabilità
30 maggio 2017

TERAMO - Maurizio Manera, ricercatore della Facoltà di Bioscienze dell’Università di Teramo è il coordinatore di un gruppo di ricerca con il quale ha realizzato uno studio appena pubblicato su Ecological Indicators, prestigiosa rivista scientifica. Il lavoro dimostra che l’acido perfluoroottanoico (PFOA) è in grado di indurre danno epatico a concentrazioni sotto la soglia di rilevabilità. L’acido è utilizzato nell’impermeabilizzazione di tessuti, nelle schiume estinguenti, nei rivestimenti di pentole antiaderenti. I risultati della sperimentazione suggeriscono di rivedere l’approccio al monitoraggio ambientale di questa sostanza.

I risultati di questa e di altre ricerche innovative nell’ambito della patologia ambientale e tossicologica, del biomonitoraggio ambientale e nell’analisi di immagine, condotte da Maurizio Manera saranno discusse nei corsi Biomarcatori nel monitoraggio ambientale e Analisi di immagine in istopatologia, entrambi del Corso di studi in Biotecnologie, in un’ottica di trasferimento dello stato dell’arte della ricerca nella quotidiana attività didattica universitaria.

 
Voto medio (1 voti; 5.00)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle TV Srls Unipersonale da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
Loading...