Trasfusioni: in Abruzzo il sistema sarà unico, regionale

Alla base sicurezza e volontari
13 marzo 2015

PESCARA - La Regione Abruzzo avrà un sistema trasfusionale regionale. Lo annuncia l’assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci, che ha lavorato all’accreditamento istituzionale del settore trasfusionale recependo una serie di normative nazionali e comunitarie. “Queste norme - sottolinea l’assessore - prevedono che tutte le strutture trasfusionali ospedaliere e le Unità di raccolta gestite dalle associazioni di volontariato siano adeguate ai requisiti di qualità e sicurezza previsti dalle norme stesse. Una esigenza sottolineata anche dall’Accordo Stato-Regioni del 16 dicembre 2010. Attraverso le procedure di autorizzazione e accreditamento, la Regione ha verificato in loco tutte le strutture, avvalendosi dei team di verifica integrati da almeno un valutatore iscritto in un elenco nazionale di valutatori specificamente qualificati a cura del Centro Nazionale Sangue. Una riforma profonda - aggiunge Paolucci - che consentirà di sviluppare in sicurezza un aspetto centrale del sistema sanitario che si basa sull’apporto di migliaia di volontari”. Questo importante obiettivo è stato conseguito – aggiunge l’assessore – grazie anche al lavoro fattivo delle Asl e del personale delle strutture trasfusionali a cui va un sincero ringraziamento”.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter