UniTe istituisce il premio nazionale intitolato a Giulio Regeni

Il prossimo 15 febbraio sarà conferito dal rettore Mastrocola al miglior dottorando in biotecnologie molecolari e cellulari
13 febbraio 2019

TERAMO - L'Università di Teramo istituisce il premio "Giulio Regeni" - il giovane ricercatore italiano dell'Università di Cambridge, torturato e ucciso al Cairo il 25 gennaio 2016 - che sarà consegnato il prossimo 15 febbraio al miglior dottorando in biotecnologie molecolari e cellulari. Il premio verrà conferito dal rettore Dino Mastrocola alle 17.30 alla presenza del presidente italiano di Amnesty International, Antonio Marchesi, con lo scopo di promuovere la dimensione internazionale della comunità scientifica e la libertà della ricerca come imprescindibili valori di crescita sociale. "La dimensione internazionale del dottorato - spiega Barbara Barboni, delegato per la ricerca e la progettazione scientifica si coglie chiaramente scorrendo il programma dell'evento: molti dei dottorandi, 35 degli oltre 40 iscritti al corso, che si sfideranno nella competizione scientifica della giornata hanno conseguito la loro laurea all'estero, spesso al di fuori dei confini europei".

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter