All'Officina The Cradle Blues Band, per cercare le radici della musica

Sabato 8 aprile al Circolo Arci la band teramana protagonista nell'interpretazione dei grandi classici
06 aprile 2018

TERAMO - Prosegue al Circolo Arci L'Officina il dialogo e l'incontro con artisti in un luogo informale che si propone come casa e "culla" della musica live in città. Domani sera, sabato 7 aprile, tocca alla 
The Cradle Blues Band, composta da Nicola Catenaro alla voce, Mario Basile all'armonica, Erminio D'Ambrosio alla batteria, Marcello Di Domenicantonio al basso e Valter Di Giacinto alla chitarra. La band è nata con l'obiettivo di esplorare le radici del blues, la cosiddetta "musica del diavolo", che nel corso dell'ultimo secolo ha influenzato migliaia di musicisti in tutto il mondo e dato l'impronta a decine di generi primo fra tutti il rock. E il nome della band ("cradle" vuol dire "culla") fa riferimento e rende omaggio all'importanza di tale musica, che in origine fu il grido di sofferenza delle comunità di schiavi afroamericani nelle piantagioni del sud degli Stati Uniti.
Robert Johnson, Elmore James, Little Walter, Willie Dixon, Muddy Waters, Howlin Wolf. Sono alcuni dei musicisti ai quali si ispira il repertorio dei "The Cradle", che interpretano, in maniera personale, i loro classici. Canzoni che furono portate alla consacrazione da storiche band degli anni Sessanta come Rolling Stones, Led Zeppelin, Doors e che, ancora oggi, costituiscono la bibbia del blues. Il concerto avrà inizio alle 22 e l'ingresso è riservato ai soci Arci.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter