Musica all'alba per il lavoro alla Torre di Cerrano

Lunedì alle 6 l'ormai tradizionale appuntamento di Regione, UniTe e Amp con l'Istituzione Sinfonica
27 luglio 2016

TERAMO - Il mondo del lavoro apre le porte alla musica con ‘Suoni del lavoro’, il concerto all’alba in programma lunedì prossimo alla Torre del Cerrano di Pineto. L’iniziativa è organizzata dalla Regione Abruzzo e dall’Istituzione Sinfonica Abruzzese diretta da Luisa Prayer, in collaborazione con l’Università di Teramo e l’Area marina protetta Torre del Cerrano. Per l’occasione l’istituzione Sinfonica proporrà un programma che vede protagonisti gli strumenti a fiato della sua orchestra con Silvia Colangeo (flauto), Riccardo Bricchi e Massimo Ranieri (oboi), Gianluca Sulli e Luca Iacobacci (Clarinetti), Massimo Martuscello e Giuseppe Reggimenti (fagotti) e Alessandro Monticelli e Vittorio Sette (Corni). Si parte alle 6 con le ‘Ouverture dal Flauto Magico’ di Mozart, ‘a cui seguirà la ‘Pètite Symphonie’ di Gounod, la ‘Sinfonia per Fiati di Donizetti. Il concerto si concluderà sulle note di ‘Fantasia sul Franco Cacciatore’ di M. von Weber (rielaborazione di Karl Flachs). «Il concerto alla Torre del Cerrano – ha detto il consigliere regionale Luciano Monticelli nel corso della conferenza stampa che si è svolta questa mattina nella sede del Rettorato dell’Università di Teramo - è il terzo che organizziamo, dopo quello che si è tenuto a maggio nei grandi capannoni industriali della Walter Tosto dove i musicisti si sono esibiti indossando i caschetti e vicino ai macchinari da lavoro e quello di Morro D’Oro, ambientato in un’area – parco giochi dove si sta realizzando un nuovo progetto edilizio. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di aprire le porte del mondo del lavoro alla musica alla cultura per promuovere le eccellenze culturali e paesaggistiche del nostro territorio. Sono molto contento che anche l’Università abbia voluto aderire a questa iniziativa. Il concerto di lunedì sarà un’altra occasione importante, non ci saranno le macchine da lavoro ma parleremo di cultura. A fare da sfondo alla manifestazione oltre alla Torre del Cerrano, fiore all’occhiello della nostra Regione il mondo universitario, i pescatori. E’ un’iniziativa importante che non costa praticamente nulla e promuove il nostro territorio». «Il concerto ‘Suoni del lavoro’ – ha commentato il rettore dell’Università di Teramo, Luciano D’Amico – è un’occasione imperdibile per l’ateneo. Tra l’altro la manifestazione è in programma lunedì 1 agosto, coincide con l’apertura delle iscrizioni del 2016-2017 dell’Università di Teramo, che da quest’anno prevede anche in nuovo corso di laurea in ‘Discipline delle Arti della musica e dello spettacolo’, il Dams. Voglio considerare, dunque, la giornata come inaugurale per il nuovo indirizzo dell’Ateneo. Sono molto soddisfatto del rapporto con la Regione Abruzzo. Dal bilancio si evince che circa il 41% delle entrate dell’ateneo , che corrispondono a circa 16 dei 40 milioni in entrata, provengono da progetti competitivi europei, questo può avvenire solo nella progettazione con gli Enti». Nella conferenza stampa di presentazione della manifestazione era presente tra gli altri Pietro Pallozzo, membro del Cda dell’area marina protetta Torre del Cerrano

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter