A Matera il Teramo basket dimentica subito Pescara (82-89)

Grande prova dei biancorossi: da Salamina e Cicognani 46 punti. Bianchi: «Vicini alla perfezione»
05 novembre 2017

TERAMO – (jdf) Con cuore, voglia e talento. Così il Teramo Basket ha espugnato (82-89) il Palasassi di Matera del grande ex Franco Migliori,  rispondendo alle critiche dopo la brutta sconfitta di giovedì contro Pescara. Lagioia e compagni hanno tirato con percentuali clamorose soprattutto dall’arco, e hanno tenuto bene a bada l’attacco lucano mostrando tutto il repertorio difensivo: uomo, zona 2-3, box and one e zona 1-3-1.
Il massimo vantaggio è arrivato sul 55-69 al termine della terza ripresa, e ancora una volta sono venuti fuori gli attributi dei ragazzi di Bianchi quando Matera si è rifatta sotto negli ultimi 5 minuti. Da evidenziare le prestazioni di Simone Salamina, 25 punti e 5 assist col 55% dal campo e del centrone Giacomo Cicognani, 21 punti e 6 rimbalzi. Domenica si torna al Palaskà per affrontare Bisceglie, oggi vittoriosa a Fabriano per 71-84 e quindi a 6 punti in classifica.
Queste le impressioni di Bianchi a fine gara: «Non posso dire che abbiamo giocato la partita perfetta perché la perfezione non esiste, ma ci siamo andati molto vicino – ha dichiarato  – sono molto contento e soddisfatto di questa vittoria perché rialzarsi dopo la sconfitta nel derby contro Pescara non era semplice. Questa sera – ha chiuso - abbiamo fatto una prestazione soprattutto di grande fiducia nei nostri mezzi, ognuno ha avuto fiducia in sé stesso e nei compagni: questo è il nostro grande punto di forza, bravi tutti». Lo scout della gara:
OLIMPIA MATERA–TERAMO BASKET 1960 82-89
Olimpia Matera: Montemurro, Cozzoli 14, Cesano, Varaschin, Battistini 22, Pasqualini, Ochoa 16, Marra 2, Dimarco 2, Lopane, Ravazzani 7, Migliori 19. Coach: Giovanni Putignano.
Teramo Basket 1960: Milojevic 11, Di Eusanio, Nolli, Salamina 25, Lagioia 11, Errera, Musso 5, Staffieri 8, Piccinini 8, Cicognani 21. Coach: Piero Bianchi.

Voto medio (1 voti; 5.00)
Vota:
counter